23 maggio 1992 la strage di Capaci per non dimenticare!

Trent’anni fa la strage di Capaci, per uccidere il magistrato antimafia Giovanni Falcone. Gli uomini di cosa nostra fecero esplodere un tratto dell’autostrada A29, alle ore 17:57, mentre vi transitava sopra il corteo della scorta con a bordo il giudice, la moglie e gli agenti di Polizia, sistemati in tre Fiat Croma blindate. Oltre al giudice, morirono altre quattro persone: la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Ercolano finanzia le attività turistiche

Oggi pomeriggio al Mav abbiamo incontrato tanti commercianti per illustrare finalità e modalità per ottenere i contributi finalizzati a supportare la nascita di nuove imprese o adeguare al profilo turistico quelle già esistenti sul territorio del Comune di Ercolano. Una misura che rientra nei fondi POR FESR Campania e destinate a piccole e microimprese e che prevede un contributo fino a 30 mila euro per attività già esistenti e fino a 60mila per le nuove attività. Trovate tutte le informazioni su https://www.bandiercolano.it/

Turismo, a Pasqua 16 mila persone tra Vesuvio e Scavi di Ercolano

Promuovere il profilo turistico e culturale della città sta rendendo e rappresenta la strada giusta! Il Vesuvio e il Parco Archeologico di Ercolano sono state tra le mete preferite dai turisti nel fine settimana di Pasqua. Più di 8 mila gli accessi registrati al Gran Cono, stesso dato anche per gli Scavi. Numeri che ci fanno ben sperare per la stagione estiva, considerando che, al momento, registriamo già un tutto esaurito nei b&b della città. Ritornano i turisti, riparte la nostra economia!

Strage Moby Prince, Ercolano non dimentica

La strage della Moby Prince resta ancora una ferita aperta per la comunità di Ercolano. Il 10 aprile resterà per sempre una data particolare per noi. Nel corso di questi anni la nostra città non ha mai fatto mancare il proprio supporto e sostegno alle iniziative in ricordo della strage. Ad Ercolano in ogni famiglia c’è un marinaio o un pescatore, esiste un legame indissolubile con il mare, per questo abbiamo deciso di intitolare alle vittime della strage del Moby Prince lo spazio antistante il molo borbonico. I momenti di dolore e le tragedie creano legami importanti, catene indissolubili nelle comunità. Nel nostro caso il tempo ha rinnovato soltanto il dolore e la rabbia per una tragedia che ancora cerca una verità negata. Per questo ogni anno ci impegniamo a mantenere viva la memoria, a mantenere salda questa catena che c’è tra i cittadini di Ercolano e che sono sicuro continuerà a stringerci con forza, con amore ed affetto nel ricordo di vicende che hanno strappato alla nostra terra donne e uomini e nel desiderio di cercare la verità.

Ad Ercolano l’esibizione delle artiste del Teatro dell’Opera di Odessa

Un momento di straordinaria emozione a Villa Campolieto con le artiste del Teatro dell’Opera di Odessa, dirette dal Maestro Veronesi.

La cultura che costruisce la pace! Un momento di straordinaria emozione a Villa Campolieto. Le Soliste del Teatro dell’Opera di Odessa si sono esibite al cospetto del console generale ucraino e americano e davanti a tantissime persone.

Ercolano vuole essere città di accoglienza e di speranza per un futuro senza conflitti.

Una città in marcia per chiedere la pace!

Tantissimi cittadini di #Ercolano che, insieme ai nostri fratelli ucraini, hanno attraversato le vie cittadine fino alla Basilica di Pugliano. Un momento preghiera e di riflessione per continuare a costruire ponti di solidarietà!

Il mio intervento a Radio CRC del 18 marzo 2022:

Riapre la ludoteca comunale di Ercolano

Da questa mattina è nuovamente attiva la ludoteca comunale di Ercolano. La struttura di via Marconi ha riaperto le sue porte ai bambini. Abbiamo voluto simbolicamente dare avvio alla ludoteca per la prima infanzia che rappresenterà un momento di gioco e socializzazione per i piccoli della nostra città. Promuoviamo e valorizziamo così la funzione educativa del gioco per i minori da 18 mesi ai 36 mesi.

Con Don Andrea tra centro famiglia e il Don Orione

Oggi è stato ospite ad Ercolano, Don Andrea Bonsignori, direttore delle Scuole Cottolengo e membro della Fondazione Italiana per l’Autismo. Un uomo straordinario che ha condiviso con noi la sua esperienza al servizio degli altri. Un’opera quotidiana di inclusione attraverso lo sport e il sociale. Sono sicuro che con Andrea potranno nascere sinergie e progetti anche sul nostro territorio.

Infatti, insieme all’assessore Mariarca Cascone e Don Andrea, abbiamo inaugurato il Centro per la Famiglia a via Cegnacolo, che prende forma in un quartiere popolare, in quelle zone dove spesso il disagio non si avverte, non si denuncia, perché ai più appare la normalità. E’ nostro compito rompere questo circolo vizioso e fare la nostra parte.

Nel pomeriggio, invece, insieme all’assessore Carmela Saulino, abbiamo fatto conoscere a Don Andrea un’altra eccellenza della nostra città: il Don Orione che fa leva anche sullo sport per offrire occasioni di crescita formativa ai diversamente abili.