Buonajuto: “Bene la riapertura del Pronto Soccorso Maresca, ora si lavori per i reparti di degenza”

“Dalla direzione generale dell’Asl Napoli 3 Sud riceviamo oggi risposte soddisfacenti in merito al futuro dell’Ospedale Maresca. Il pronto soccorso sarà riaperto il prossimo 16 giugno e contestualmente sono già partite le procedure per i lavori di adeguamento del 3 e 4 piano della struttura che potrà contare su 130 posti letto, la creazione di un reperto di sub-intensiva e un pronto soccorso funzionante. Vorrei esprimere il mio ringraziamento alla direzione dell’Asl, ma anche all’Associazione ‘Pro Maresca Ercolano-Torre del Greco’ che da sempre mantenuta viva l’attenzione sull’utilità della struttura sanitaria nel garantire  le basilari forme di assistenza sanitaria nel nostro territorio” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano, a margine dell’incontro con il direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto, al quale hanno preso parte anche il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, l’assessore alle politiche sanitarie del Comune di Ercolano, Mariarca Cascone, la consigliera comunale di Ercolano, Elisa Spina, e il consigliere comunale di Torre del Greco, Antonio D’Ambrosio.

Ercolano, proseguono i lavori per la costruzione dei nuovi loculi cimiteriali a prezzi calmierati

Proseguono i lavori di ampliamento del cimitero di Ercolano. Dopo l’avvio del cantiere, lo scorso gennaio, del primo lotto, nelle prossime settimane partiranno anche i lavori per la realizzazione del secondo e terzo lotto che porteranno alla realizzazione di complessivi 364 loculi per tumulazione, 745 loculi per resti mortali e 176 nicchie cinerarie.

“L’intervento – ricorda il sindaco Ciro Buonajuto – è autofinanziato dalla vendita dei loculi e nasce da un project financing con una finalità sociale. Infatti nel progetto abbiamo voluto stabilire prezzi calmierati, soprattutto per venire incontro alle esigenze delle famiglie”. I lavori si completeranno nell’arco di un anno dall’avvio.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al 3792124100.

Ercolano. Tari istituito un tavolo permanente

“Tutti noi lavoriamo nel pieno interesse della città per trovare soluzioni condivise, non certo per arroccarsi su rispettive posizioni che non gioverebbero a nessuno” – è quanto ha dichiarato Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano a margine di un incontro avuto con  i rappresentanti della DC e il consigliere comunale Ciro Acunzo.

“Ho avuto modo di confrontarmi con loro e di raccogliere da loro non solo criticità, ma anche proposte. Del resto al consigliere Acunzo ho sempre riconosciuto una grande volontà di affrontare e risolvere i problemi nell’interesse della città. A tal proposito abbiamo deciso di costituire un tavolo permanente per affrontare e risolvere la questione Tari”.

Il tavolo coinvolge forze di maggioranza e opposizione: “Comprendo le preoccupazioni di alcuni cittadini, questo però non è il momento delle polemiche, ma di lavorare tutti insieme per trovare una soluzione. Come ho già ribadito in altre circostanze punto forte dell’azione amministrativa resta la lotta all’evasione e ai furbetti” – conclude il primo cittadino. 

Buonajuto su rissa avvenuta al confine tra Torre del Greco ed Ercolano

“Non sottovalutiamo quanto accaduto. La violenza, che si fa sempre più strada tra i giovani, è un problema serio. Non bastano soltanto i controlli, c’è bisogno di maggiore cultura e maggiore consapevolezza.  Le famiglie e le scuole devono essere in condizione di fare la propria parte; la cultura del rispetto e della legalità devono essere al centro dell’azione educativa. Ognuno di noi, qualunque sia il ruolo che ricopre, deve interrogarsi e chiedersi: perché questi ragazzi litigano per nulla? Cosa determina tanta violenza? Perché perdono così facilmente il proprio equilibrio? E’ colpa della pandemia? Sono gli effetti di una società che forse corre troppo? Un futuro sempre più incerto? Sono domande alle quali non possiamo più sfuggire, trovando risposte semplici e scontate. I giovani non vogliono risposte precostituite; con loro non funziona. Loro vogliono sentirsi protagonisti, proporre e prendere decisioni. Quindi rimbocchiamoci le maniche, per evitare che quelle scene si ripetano. La strada giusta è valorizzare i nostri giovani” – ha dichiarato Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

Open festival – Ercolano nei luoghi e nell’arte

III edizione – 11 – 12 – 13 Giugno 2021

Facebook.com/openfestivalercolano

Ercolano riapre le sue porte all’arte, alla musica e allo spettacolo dal vivo accogliendo, da venerdì 11 a domenica 13 giugno 2021, la III edizione di “OPEN FESTIVAL– Ercolano nei luoghi e nell’arte”. La rassegna, ideata da La Bazzarra e organizzata dal Comune di Ercolano, con la direzione artistica di Gigi Di Luca e cofinanziata dalla Regione Campania (Poc Campania 2014 – 2020), si terrà nei luoghi simbolo della città vesuviana come il Parco Urbano del Miglio d’ Oro, Villa Campolieto e il parco “Amedeo Maiuri” presso gli Scavi archeologici.

La valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale della città, insieme alla condivisione degli spazi pubblici, è al centro di questo progetto che ospiterà le esibizioni di Teresa De SioAntonio OnoratoTony EspositoCompagnia Piccolo Nuovo TeatroSynauliaTitti NuzzoleseLuna Janara. E ancora, performance di body painting a cura di Weronique Art e Mariateresa D’Avino, un laboratorio di arte circense a cura di CircoBus, visite guidate al centro storico e alla Basilica di Pugliano, l’escursione naturalistica alla Valle dell’Inferno (Vesuvio), spettacoli con trampoli, fuochi ed effetti pirotecnici.

«Aprirsi è innanzitutto un esercizio della mente, di volontà, di determinazione e di resistenza alle chiusure mentali, alle paure e ai pregiudizi. Open Festival, con la sua apertura verso la bellezza e l’arte, si insedia per la prima volta a Ercolano con un week end pieno di proposte multidisciplinari. Concerti, teatro, spettacoli per famiglie, suoni e danze dell’antica Roma e del Vesuvio. Percorsi e incontri necessari per ri-aprire luoghi storici a spettacoli dal vivo», sottolinea l’ideatore e direttore artistico Gigi Di Luca.

«Open Festival rappresenta il modo migliore per ripartire. Tre giorni per scoprire o riscoprire Ercolano attraverso la musica, l’arte e la cultura, in location all’aperto in tutta sicurezza, per garantire la tutela della salute degli artisti e degli spettatori. Un modo per ritornare a stare insieme, ripartendo dalla nostra straordinaria bellezza» dichiara il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto.

Dopo il successo delle due precedenti edizioni che si sono svolte a Torre del Greco, Open Festival approda quest’anno nella città fondata secondo la leggenda da Ercole nel 1243 a.C. e distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 (patrimonio dell’umanità UNESCO).

Partendo dal bisogno collettivo di riappropriazione dei luoghi simbolo di Ercolano per destinarli a spazi per la cultura, soprattutto in questo periodo storico di chiusure, distanziamento sociale e restrizioni, il festival presenta un programma per tutte le fasce di età, a ingresso gratuito e nel pieno rispetto della normativa anti-Covid vigente.

Il cartellone di Open Festival 2021:

Venerdì 11 Giugno
_Ore 18.00 Visita guidata alla Basilica di Pugliano e al Centro Storico
_Ore 18.30 Parco Urbano del Miglio d’Oro 
CircoBus – piccolo laboratorio di circo
_Ore 21.00 Parco Urbano del Miglio d’Oro 
Compagnia Piccolo Nuovo Teatro – “Zoe il principio della Vita” 
Spettacolo con trampoli fuoco ed effetti pirotecnici

Sabato 12 Giugno
_Ore 18.00 Parco archeologico di Ercolano
Synaulia – Suoni musiche e danze dell’antichità
Luna Janara – Suoni e canti del Vesuvio
_Ore 21.00 Parco Urbano del Miglio d’Oro
Antonio Onorato New Quartet featuring Tony Esposito in concerto

Domenica 13 Giugno
_Ore 10.00 Escursione naturalistica alla Valle dell’Inferno – Parco Nazionale del Vesuvio
_Ore 19.00 Villa Campolieto
Settecento Frivolezze – Regine Sorelle con Titti Nuzzolese 
_Ore 21.00 Parco Urbano del Miglio D’Oro
Teresa De Sio – concerto “Puro Desiderio”
La Montagna di Pezza –Installazione artistica e body painting

Ercolano intitola una piazza a Giovanni Falcone

Sarà intitolata alla memoria di Giovanni Falcone l’attuale rotonda di via Cupa Monti ad Ercolano, ad annunciarlo il sindaco Ciro Buonajuto alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci dove persero la vita il giudice Falcone, sua moglie e gli uomini della scorta.

“Sono passati 29 anni da quel tragico 23 maggio 1992, giorno in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani. Questo è uno di quei giorni in cui l’Italia si ferma per riflettere e per porgere il proprio ringraziamento a degli uomini straordinari che ci hanno insegnato cosa significa amare la propria terra. Quello che è accaduto a Capaci ha segnato per sempre la nostra storia. Intitolando la rotonda a Giovanni Falcone ricordiamo uno straordinario servitore della Patria. Ma oggi il mio pensiero va anche alla nostra Ercolano, a quei cittadini che hanno denunciato le estorsioni, agli imprenditori che hanno detto no alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Perché come diceva Giovanni Falcone il coraggio non è avere o non aver paura. Il coraggio è riuscire a non farsi condizionare dalla paura” – dichiara Ciro Buonajuto sindaco di Ercolano e vicepresidente dell’Anci.

Domenica 23 maggio alle ore 11.00 il sindaco Buonajuto, insieme all’Associazione Antiracket, deporrà una corono d’alloro nella rotonda che sarà dedicata alla memoria del giudice Falcone.

Buonajuto: “Tasse comunali: evitiamo che i cittadini onesti paghino per tutti”

La proposta del Comune di Ercolano: “Tari in bolletta e invio a domicilio dell’F24 dell’Imu”

“Un modo concreto per evitare che i tanti cittadini onesti debbano continuare a pagare il costo della disonestà di pochi. Abbiamo bisogno di un cambio di paradigma, la politica deve tornare ad assolvere la sua funzione di migliorare lo stato presente delle cose. Per questo chiediamo di cambiare le procedure di riscossione delle tasse locali, mettendo la Tari nella bolletta elettrica e inviando a domicilio l’F24 per l’Imu” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e Vicepresidente nazionale dell’Anci, annunciando una mozione sostenuta da tutta la maggioranza consiliare e che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale.

La recente sentenza della Consulta, che ha bocciato la possibilità per i Comuni di restituire alcune anticipazioni di liquidità in 30 anni, rischia di mandare in default oltre 1.400 Enti Locali in tutta Italia. “Come Anci abbiamo denunciato questa situazione paradossale: in pratica i sindaci e i comuni italiani rischiano di pagare a caro prezzo l’aver applicato una legge che consentiva di spalmare le proprie anticipazioni di liquidità in un arco trentennale” – spiega Buonajuto.

“Quando si parla di tagli nei Comuni significa mettere a rischio i servizi essenziali già pesantemente danneggiati a seguito dei tagli di trasferimento agli enti. Tagliare spese vuol dire spegnere luci, non raccogliere i rifiuti, chiudere asili. E’ una situazione che non possiamo permetterci, ma non possiamo nemmeno continuare a rimandare il problema di generazione in generazione. Noi abbiamo una proposta: il disavanzo oggetto di quest’ultima querelle può abbastanza agevolmente essere coperto dallo Stato, con un impatto di poche centinaia di milioni di euro sul deficit annuale. Ma questo intervento può realizzarsi solo a condizione di riformare radicalmente le procedure di riscossione delle tasse locali” – continua il primo cittadino di Ercolano.

Da qui la proposta di inserire la Tari nella bolletta elettrica, come già avviene per il canone Rai, e inviare a domicilio l’F24 per l’Imu. Ma nella mozione consiliare si chiede anche di avviare una interlocuzione con i livelli istituzionali sovraordinati per introdurre ex lege la facoltà dei Comuni di prevedere il pagamento in bolletta della Tari e di avviare tutte le opportune procedure per consentire, anche mediante apposite convenzioni con l’Agenzia delle Entrate e con la Guardia di Finanza, di migliorare la capacità di riscossione del Comune di Ercolano.

Furto al plesso Padiglione Scavi dell’Istituto Ercolano 5, il commento di sindaco e assessore

“Chi ruba in una scuola, ruba l’anima di una città. Ignoti la scorsa notte si sono introdotti nei locali del plesso Padiglione Scavi, dell’Istituto Comprensivo Ercolano 5 Iovino-Scotellaro, sottraendo sei computer portatili utilizzati per il funzionamento delle lavagne interattive multimediali. Un gesto che non ammette giustificazioni. Dopo un anno di pandemia, la crisi economica e sociale sta manifestando i suoi effetti peggiori. Mi auguro che gli autori di questo vile atto vengano individuati al più presto” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

“Sono più che rammaricata per quanto accaduto. Purtroppo ancora una volta nel mirino finiscono i luoghi della cultura. Mi dispiace per gli alunni che vengono privati di strumenti didattici, per i docenti che quotidianamente danno il meglio di loro per diffondere cultura e formazione. Quello che manca è un senso di appartenenza al territorio e del bene comune. Sottraendo quei portatili hanno fatto un torto all’intera nostra comunità” – afferma Anna Giuliano, assessore con delega alla Pubblica Istruzione del Comune di Ercolano.

Vandali in azione al MAV, le dichiarazioni di Buonajuto

“Quanto è accaduto al MAV di Ercolano la scorsa notte è sconcertante. Dei delinquenti hanno provato ad introdursi nella biglietteria del Museo. Un’azione ignobile, rubare in un luogo della cultura significa voler sottratte ad una comunità la propria anima. Spero che gli schifosi che hanno attaccato il nostro museo siano assicurati al più presto alla giustizia. Come ho ribadito in un messaggio al Presidente Vicinanza e al direttore del museo Cacciola, quanto accaduto la scorsa notte non ferma la nostra azione. L’Amministrazione sta facendo un grande investimento per installare la recinzione e per garantire maggiore sicurezza e dignità ad un luogo straordinario come il Museo Archeologico Virtuale. Continueremo ad investire in cultura, perché in questo momento l’istruzione e la bellezza rappresentano le armi più potenti che abbiamo a disposizione per riscattare il nostro territorio. La criminalità in ogni sua forma non vincerà”.

Ercolano. Raccolta e trasporto rifiuti, denunciate due persone

Due persone denunciate, un mezzo sequestrato e circa un quintale di rifiuti industriali sequestrati ad Ercolano. E’ il bilancio di un’operazione congiunta tra la Polizia Municipale di Ercolano, agli ordini del comandante Francesco Zenti, e dei carabinieri forestali della stazione di Torre del Greco, Raffaele Starace, avvenuta nel pomeriggio di mercoledì 17 febbraio.

L’intervento della Municipale e della Forestale si è reso necessario dopo una segnalazione di un ispettore della Buttol che contestava la presenza di un mezzo dalla ditta di raccolta dei rifiuti all’interno di un parco residenziale di Ercolano.

Quando gli agenti sono intervenuti hanno trovato i due operai intenti a raccogliere una ingente quantità di rifiuti industriali, circa un quintale, in particolare scarti derivanti dalla produzione di scarpe e borse, che venivano depositati all’interno del camion utilizzato per la raccolta dell’umido dell’area mercatale di Ercolano.

I due dipendenti, S.A. e C.A., sono stati denunciati e dovranno rispondere del reato di trasporto illecito e gestione dei rifiuti non autorizzata, mentre il camion e gli scarti industriali sono stati posti sotto sequestro.

“Vorrei esprimere i miei complimenti agli agenti della Municipale, al comandante Francesco Zenti e al maggiore Nicola Vanacore, che insieme ai carabinieri forestali hanno portato a termine l’operazione. Lo sversamento illecito dei rifiuti sul nostro territorio è un segno di inciviltà, che deve essere combattuto in sinergia tra le istituzioni, le forze dell’ordine e i cittadini” – ha commentato il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.