Ercolano. Buonajuto: “Proseguono i lavori al Molo Borbonico, presto potremmo pedonalizzare l’intera area”

Proseguono i lavori nell’area del Molo Borbonico di Villa Favorita ad Ercolano. Nella mattinata di lunedì il sindaco Ciro Buonajuto ha effettuato un sopralluogo al cantiere per verificare l’andamento dell’intervento.

Il Molo Borbonico è interessato da un progetto di riqualificazione e ammodernamento che interessa la zona dell’esedra e di via Marittima. I lavori riguardano la messa in sicurezza dell’area, attraverso il rivestimento e l’adeguamento dei muri, oltre che all’ammodernamento del sistema di illuminazione e di un nuovo arredo urbano.

Un’opera di riqualificazione attesa dai cittadini e che interessa una delle zone più suggestive della città. L’intervento di riqualificazione permetterà di rilanciare l’intera area ed è propedeutico ad un progetto più articolato che riguarda l’intero tratto di costa. Nei giorni scorsi in giunta abbiamo dato via libera all’individuazione di dieci nuove concessioni balneari. Allo stesso tempo siamo impegnati nella presentazione di un progetto in Città Metropolitana, insieme ad altri comuni, per prevedere la realizzazione di una pista ciclabile che corra lungo la linea di costa e che possa essere inserita in una delle missioni del PNRR. Senza dimenticare il progetto di allungamento del pontile per agevolare l’attracco dei traghetti del metrò del mare” – dichiara il primo cittadino.

Gli interventi in corso di completamento al Molo Borbonico rappresenteranno “un passo avanti importante verso la realizzazione di una grande area pedonale che possa mettere in collegamento il Parco Inferiore di Villa Favorita con il mare” – conclude Buonajuto.

Il servizio del Tg3 Campania

<iframe src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?height=314&href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fbuonajuto%2Fvideos%2F1356435944780628%2F&show_text=false&width=560&t=0" width="560" height="314" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowfullscreen="true" allow="autoplay; clipboard-write; encrypted-media; picture-in-picture; web-share" allowFullScreen="true"></iframe>

Ercolano. Buonajuto: “Da Papa Francesco un messaggio di sostegno alla nostra azione di rinnovamento”

Udienza in Vaticano per i rappresentanti dell’Anci: “Attraverso la bellezza, la cultura e la legalità il Santo Padre ci invita a impegnarci per un futuro migliore per i nostri territori”  

“Partecipare all’udienza di Papa Francesco ai sindaci d’Italia è stata davvero un’emozione forte. Il Santo Padre attraverso le sue parole ha voluto manifestare vicinanza e sostegno al nostro operato, così come ha sempre fatto in questi difficili anni di pandemia che abbiamo affrontato” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci a margine dell’udienza di questa mattina presso la Sala Clementina in Vaticano.

“Un messaggio di speranza, un invito a continuare nella nostra azione di ascolto e comprensione dei problemi dei cittadini attraverso – come lo stesso Papa Francesco ha ribadito – un investimento in bellezza laddove c’è più degrado, in educazione laddove regna il disagio sociale, in luoghi di aggregazione sociale laddove si vedono reazioni violente, in formazione alla legalità laddove domina la corruzione. Parole che rappresentano un ulteriore sostegno alla nostra azione di rinnovamento e sviluppo che stiamo portando avanti da anni per Ercolano, basata proprio sulla cultura, sulla legalità e sulla bellezza per lasciare ai nostri figli un territorio migliore” – conclude Buonajuto.

Ercolano. Buonajuto: “Un hub vaccinale pediatrico permanente in una scuola”

“Teniamo aperte le scuole e ci mandiamo team di medici a vaccinare gli alunni. Oggi la scuola Rodinò di Ercolano ha messo nuovamente a disposizione i propri spazi per permettere la vaccinazione anti covid19 dedicata agli alunni tra i 5 e gli 11 anni che hanno partecipato all’open day dello scorso 4 gennaio. Grazie alla sinergia con l’Asl Napoli 3 Sud acceleriamo la campagna vaccinale tra la popolazione scolastica, così possiamo garantire la didattica in presenza ed un prosieguo regolare dell’anno scolastico” – è quanto dichiara il sindaco Ciro Buonajuto.

“Ad Ercolano diamo seguito all’appello del Capo dello Stato, che nel suo discorso di giuramento in Parlamento, ha sottolineato che la ripresa di ogni attività è legata alla diffusione dei vaccini che proteggono noi stessi e gli altri. Per questo ho rinnovato alla dirigenza sanitaria dell’Asl di poter prevedere la realizzazione di un hub vaccinale permanete in una scuola o una serie di open day vaccinali in tutti gli istituti scolastici della nostra città dedicati agli alunni e alle loro famiglie, in particolar modo nelle aree più disagiate, per far sentire la presenza delle Istituzioni e che la sanità pubblica c’è ed è accanto a tutti. Infine vorrei ringraziare l’assessore regionale con delega alla scuola, Lucia Fortini, per aver fatto visita al personale scolastico e sanitario impegnato ad Ercolano” – conclude il primo cittadino.

L’assessore Fortini ha visitato il plesso scolastico di via IV Novembre, ad accoglierla Anna Giuliano, assessore comunale con delega all’Istruzione, Mariarca Cascone, assessore comunale con delega alle politiche sanitarie, e i consiglieri comunali Andrea Fiengo, Aniello Iacomino, Enrico D’Agostino, dal dirigente scolastico Velio Scarane, e dai dirigenti dell’Asl Gaetano D’Onofrio e Pierluigi Pecoraro.  

Buonajuto: “I progetti del PNRR per dare un nuovo volto alla città di Ercolano e per migliorare i servizi”

Efficientamento energetico, mobilità sostenibile, miglioramento del waterfront e riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati. Sono solo alcuni delle attività che il Comune di Ercolano intende mettere in campo per attuare sul territorio il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“Il PNRR è una sfida ambiziosa che non possiamo fallire. A patto che ognuno faccia la propria parte. Ho chiesto agli assessori ed ai dirigenti di dare seguito e sostanza alle linee guide individuate nel corso del primo incontro della Cabina di Regia, guidata dall’ex Ministro Gino Nicolais, per sostenere e velocizzare i progetti da attuare sul territorio. Siamo consapevoli che il contesto nel quale bisogna attuarlo non è semplice. Ma dobbiamo approfittare del PNRR per fare fronte comune e favorire un balzo in avanti nello sviluppo produttivo e civile di tutta l’area metropolitana di Napoli con i suoi 91 Comuni” – esordisce il sindaco Ciro Buonajuto.

“Come ho già avuto modo di ribadire per Ercolano pensiamo ad un Piano Comunale di Ripresa e Resilienza. Una sfida ambiziosa, ma che sono sicuro, ci permetterà di realizzare opere e migliorare servizi. Immagino per esempio agli interventi sul waterfront, unendo il molo borbonico con Portici e Torre del Greco. Un progetto che va ad inserirsi in un ulteriore bando di gara previsto dalla Città Metropolitana di Napoli e per il quale ci candidiamo, insieme ad altri otto comuni, per favorire la mobilità sostenibile e migliorare il tratto di costa” – continua il primo cittadino.

Ma nei prossimi giorni in Giunta saranno approvati anche altri progetti: “sempre rispetto alla mobilità sostenibile vogliamo candidare un progetto per realizzare un parcheggio per bike e car sharing alle spalle di Piazza Pugliano, che servirà a fornire mezzi di trasporto a minor impatto ambientale. La nostra attenzione è rivolta anche alle categorie più deboli, in questa direzione si inserisce la volontà di realizzare una casa rifugio per donne maltrattate in un bene confiscato alla criminalità organizzata o il progetto, già finanziato dalla Regione Campania con 3 milioni e 600 mila euro, per efficientare dal punto di vista energetico e sismico le case popolari di Via Corso Grande. Altro progetto allo studio è la possibilità di realizzare una comunità energetica che a fronte di produzione di energia rinnovabile ci possa permettere di aiutare concretamente le famiglie meno abbienti”.   

La scorsa settimana è arrivato anche il via libera da parte del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile al finanziamento per la progettazione esecutiva della cabinovia del Vesuvio: “Ho avuto una interlocuzione con l’Eav per studiare insieme la soluzione migliore che sia a minor impatto ambientale e possa offrire una ulteriore attrattiva per il nostro territorio” – conclude il primo cittadino.

Ercolano. Intitolata a Nilde Iotti la Piazza antistante le Scuderie di Villa Favorita

Buonajuto: “Abbiamo il dovere di far conoscere la storia delle donne che hanno fatto il nostro Paese”

Ercolano intitola una piazza a Nilde Iotti, ex presidente della Camera dal 1979 al 1992 e tra le più giovani deputate (aveva 26 anni) a far parte dell’Assemblea Costituente, eletta nelle liste del Pci. A lei, l’Amministrazione guidata dal Sindaco Ciro Buonajuto ha deciso di intitolare lo spiazzale antistante le scuderie di Villa Favorita.

“Nilde Iotti rappresenta una figura di primo piano per la storia repubblicana e per il percorso di emancipazione della donna in Italia. La sua vita è stato un esempio di impegno civile, di consapevolezza, di coraggio. Dare un nome ad una strada significa dire chi siamo, in cosa ci riconosciamo. Con intitolazioni come questa contribuiamo a costruire la memoria collettiva. Con orgoglio rivendico che da oggi ad Ercolano esista una Piazza Nilde Iotti, la prima dedicata ad una donna, le altre richiamano nomi di sante e madonne. Questo non è solo un omaggio, ma un richiamo affinché in futuro siano sempre di più. Abbiamo il dovere di impegnarci per favorire non solo un processo di riconoscimento, ma anche di conoscenza della storia delle donne che hanno fatto il nostro Paese” – spiega il sindaco Ciro Buonajuto.

Alla cerimonia avvenuta nella mattinata di venerdì 28 gennaio erano presenti tra gli altri la consigliera regionale Bruna Fiola, l’ex assessore provinciale Aniello Borrelli, il vicesindaco Luigi Luciani, l’assessore Carmela Saulino, la consigliera comunale Maria Grazia Prillo, i rappresentanti delle forze dell’ordine, il presidente dell’Associazione Antiracket Pasquale Del Prete, e i referenti del centro antiviolenza Annabella Cozzolino di Ercolano.

Ercolano. Il Comune individua dieci nuove concessioni balneari

Buonajuto: “Gli stabilimenti su piattaforme smontabili potranno essere realizzate lungo le scogliere”

“Ercolano deve riappropriarsi sempre più della sua risorsa mare. Per questo oggi in giunta abbiamo approvato una delibera con la quale si individuano dieci nuove possibili concessioni per la realizzazione di stabilimenti balneari. I lavori di riqualificazione del Molo Borbonico, il progetto di un nuovo waterfront e l’individuazione di nuove concessioni balneari rappresentano tutti tasselli di una visione unica” – è quanto dichiara il sindaco Ciro Buonajuto.

“Nelle prossime settimane gli uffici dovranno predisporre il bando di gara. Mi auguro che il tutto possa essere fatto in tempi celeri, così da avere nuovi stabilimenti balneari già per l’estate 2023. In pratica al fine di evitare di dare in concessione demaniale i pochi arenili liberi sul territorio di Ercolano, di per sé insufficienti per la cittadinanza, abbiamo ritenuto che le aree demaniali sulle quali procedere, in quanto accessibili dalla pubblica via, possano essere le scogliere sulle quali gli operatori economici possono presentare istanza per l’installazione di stabilimenti balneari su piattaforme smontabili” – spiega il primo cittadino.

“L’individuazione delle nuove aree demaniali dove realizzare stabilimenti balneari va ad aggiungersi ai lavori di riqualificazione già iniziati al molo borbonico di Villa Favorita e al progetto per la realizzazione del nuovo waterfront, progetti che hanno come finalità quello di cambiare nei prossimi anni il volto della nostra città e favorire sempre di più l’indotto turistico. In questi anni abbiamo lavorato tanto per rendere nuovamente balneabile il tratto di costa. In tanti la scorsa estate hanno potuto constatare effettivamente il miglioramento delle qualità delle acque, ora dobbiamo lavorare per rendere sempre fruibile a quante più persone il nostro mare” – conclude Buonajuto.

Le aree individuate sono le seguenti:

  1. tratto di costa che va dal sottopasso di RFI di Via Achille Consiglio al sottopasso di RFI di Via Macello il quale ha una lunghezza di circa 220 m (previste due concessioni);
  2. tratto di costa che va dal sottopasso di RFI di Via Macello al sottopasso di RFI in corrispondenza della foce dell’Alveo principale di bonifica, il quale ha una lunghezza di circa 360 m (previste tre concessioni);
  3. tratto di costa che va dal sottopasso di RFI in corrispondenza della foce dell’Alveo Principale di Bonifica al sottopasso di RFI in corrispondenza del Belvedere in prosieguo di Via Niglio il quale ha una lunghezza di circa 210 m (previste due concessioni);
  4. tratto di costa che va dal Belvedere in prosieguo di Via Niglio alla spiaggia libera in località “Favorita” il quale ha una lunghezza di circa 120 m (prevista una sola concessione);
  5. tratto di costa che va dal sottopasso di RFI di Via Marittima (in corrispondenza del civico 40) fino in prossimità della foce dell’Alveo “Fiorillo” il quale ha una lunghezza di circa 190 m (previste due concessioni).

Buonajuto: “Lavoriamo ad un Piano Comunale di Ripresa e Resilienza per Ercolano”

“Con l’insediamento della Cabina di Regia del Pnrr guidata dall’ex Ministro Gino Nicolais, facciamo un ulteriore passo avanti verso la concretizzazione di quello che immaginiamo possa essere il Piano Comunale di Ripresa e Resilienza della città di Ercolano” – è quanto ha dichiarato il sindaco Ciro Buonajuto a margine della prima riunione dell’organismo chiamato a sostenere e velocizzare i progetti da attuare sul territorio nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“La realizzazione di un nuovo waterfront che possa unire il molo borbonico con Portici e Torre del Greco, il progetto della cabinovia del Vesuvio sono solo alcuni dei progetti che inseriremo in quello che potremmo ribattezzare ‘Piano Comunale di Ripresa e Resilienza’ e che vorremmo utilizzare per sfruttare al meglio tutte le opportunità che possono derivare dal PNRR. Una sfida ambiziosa, ma che sono sicuro, ci permetterà di realizzare nei prossimi anni alcune opere e migliorare alcuni servizi. Di concerto con il professor Nicolais, che ringrazio ancora una volta per la disponibilità manifestata, abbiamo già tracciato una serie di linee guide che ci porteranno alla definizione in tempi utili dei progetti da candidare e delle opere da realizzare” – conclude il primo cittadino.

Un nuovo waterfront e una cabinovia per il Vesuvio, il Comune di Ercolano candida due progetti per il CIS Vesuvio-Pompei-Napoli

“Un nuovo waterfront che unisca il molo borbonico di Villa Favorita con i porti di Torre del Greco e del Granatello a Portici, e la realizzazione di una cabinovia del Vesuvio, il cui progetto definitivo è stato già finanziato con 700 mila euro dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile. Sono questi i due progetti che abbiamo candidato come Comune di Ercolano nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo Vesuvio-Pompei-Napoli” – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

“Due progetti, di qualità, che hanno come finalità quello di cambiare nei prossimi anni il volto della nostra città e favorire sempre di più l’indotto turistico. Fare politica significa risolvere i problemi quotidiani, ma anche sognare e investire per il futuro, in un nuovo disegno urbanistico della città sempre più accogliente e ricca di servizi e strutture. La realizzazione di un nuovo waterfront si inserisce nel solco di alcuni interventi già in corso di realizzazione al Molo Borbonico di Villa Favorita e hanno l’obiettivo di dotare Ercolano di un lungomare, condizione fondamentale per chi guarda anche al mare come attrattore turistico” – continua il primo cittadino.

“Per quanto concerne la cabinovia del Vesuvio, che proprio qualche giorno fa ha ricevuto il via libera dal Ministero delle Infrastrutture che ha deciso di finanziare con 700 mila euro lo studio di fattibilità e il progetto definitivo. Un’opera che vuole essere un ulteriore attrattore e allo stesso tempo rappresentare un’alternativa panoramica all’accesso al cratere dal lato di Ercolano” – conclude il sindaco.

Le schede progettuali ora saranno vagliate dall’unità del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale che ha promosso il CIS come un grande intervento strategico, che richiede una progettualità in grado di cambiare nei prossimi anni il volto del territorio. Le risorse che saranno assegnate proverranno principalmente dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e dipenderanno dalla qualità e dalla quantità dei progetti presentati.

PUC. Buonajuto: “Progettiamo insieme la Ercolano di domani”

Per il sindaco fondamentale la partecipazione di tutti: “C’è tempo fino al 2 marzo per presentare idee progettuali di iniziativa privata su aree private”

“La redazione partecipata del piano urbanistico comunale rappresenta una grande occasione che non possiamo lasciarci scappare. Apriamo una nuova stagione politica e amministrativa. La città ha bisogno che tutti insieme concorriamo ad un progetto ambizioso, condiviso, serio finalizzato alla crescita del territorio. A mio avviso serve uno scatto innanzitutto culturale, per sfruttare questa occasione e per dare un senso compiuto e una speranza forte a questi momenti difficili caratterizzati dalla pandemia” – spiega il sindaco Ciro Buonajuto commentando la decisione di prorogare fino al 2 marzo prossimo il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse per idee progettuali di iniziativa privata su aree private “finalizzati alla valorizzazione, trasformazione e riqualificazione del territorio comunale per la redazione partecipata del PUC”. Le idee e i progetti potranno essere inviati seguendo le indicazioni presenti sul sito internet del Comune di Ercolano.

“La proroga dei tempi per la presentazione delle manifestazioni di interesse da parte dei privati per arrivare ad un piano urbanistico comunale partecipato va in questa direzione. Fare politica non significa stare in perenne campagna elettorale e guardare ogni giorno i sondaggi. Fare politica significa fatica di sporcarsi le mani, risolvere i problemi, e noi a causa delle emergenze lo facciamo tutti i giorni, ma significa anche sognare ed investire per il futuro, sapendo che i frutti del lavoro verranno colti da altri più in là nel tempo e senza che spesso ci vengano riconosciuti. Significa essere generosi verso il futuro della città e verso chi viene dopo di noi” – conclude il primo cittadino.

Affissione abusiva in Piazza Colonna, vigili sanzionano pompe funebri

“Dopo le scritte sul monumento di Piazza Colonna da parte di un gruppo di ragazzini, oggi siamo costretti a fare i conti con chi ha ben pensato di affiggere un manifesto su una delle colonne che delimitano la piazza. Anche questo gesto non resterà impunito, infatti, il Comando della Polizia Locale ha provveduto a sanzionare gli autori del gesto” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

La piazza che si trova a ridosso del parco archeologico qualche settimana era finita nel mirino di un gruppo di ragazzini, poi denunciati dal Comune, che avevano imbrattato il monumento dedicato all’Unità d’Italia. Scritte poi ripulite il giorno dopo da un consigliere comunale di Italia Viva e da un gruppo di volontari di un’associazione cittadina.

“Stamani, invece, una ditta di pompe funebri ha deciso autonomamente che i pali, che delimitano l’area, potessero diventare uno spazio per l’affissione abusiva. Un’azione che è stata sanzionata dagli agenti della Polizia Locale. Essere dalla parte del bene comune significa essere dalla parte del rispetto delle regole e, quindi, della legalità” – conclude il primo cittadino.