Ercolano. Buonajuto: “Al via l’erogazione dei bonus spesa”

Prorogati i tempi per la presentazione delle domande: c’è tempo fino al 21 dicembre

Bonus spesa al via l’erogazione ai cittadini di Ercolano. Nella giornata del 17 dicembre è stato predisposto, infatti, l’invio degli SMS con l’indicazione dell’importo riconosciuto ed un codice PIN alle prime famiglie che ne hanno fatto richiesta.

Il codice PIN è indispensabile per utilizzare il bonus e dovrà essere fornito al negoziante al momento del pagamento dei beni che si intendono acquistare.

“Un piccolo segnale di speranza, ma anche un gesto concreto per tante famiglie mentre si avvicinano le festività natalizie. Cento beneficiari già il 17 dicembre saranno messi in condizione di poter usufruire della misura di sostegno, ed inoltre abbiamo deciso di prorogare la presentazione delle domande fino alle ore 12 del 21 dicembre 2020” – spiega Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

“Una proroga che nasce dalla volontà di venire incontro ai tanti cittadini, che hanno riscontrato problemi di inserimento dei dati nei giorni tra il 7 e il 10 dicembre, a causa di un disservizio informatico che ha coinvolto l’intero territorio nazionale. A tal proposito, consiglio agli ercolanesi che hanno presentato domanda in quei giorni di ripetere la procedura, proprio per velocizzare ancora di più i tempi di erogazione dei buoni, nelle more del back up in corso da parte di chi gestisce la piattaforma informatica” – conclude il primo cittadino.

Le domande potranno essere presentate sempre in maniera telematica collegandosi all’indirizzo https://ercolano.bonuspesa.it/ e cliccando nell’apposita sezione “Sei un Cittadino”. Basterà scaricare il modulo di autocertificazione che dovrà essere inviato accompagnato da un documento di riconoscimento in corso di validità. La proroga vale anche per gli Esercizi Commerciali di vendita al dettaglio di generi alimentari e beni di prima necessità, le farmacie e le parafarmacie che intendono aderire all’iniziativa.

Al via il progetto ERCOLE-GO. Buonajuto: “Regaliamo un sorriso ai bambini meno fortunati”

Donare un sorriso a tanti bambini è lo scopo di ERCOLE-GO, il progetto voluto dall’Amministrazione Comunale di Ercolano per sostenere quelle famiglie che vertono in situazioni economiche disagiate.

“In un Natale diverso da tutti gli altri, abbiamo inteso fare una scelta precisa: convogliare tutte le nostre iniziative e sforzi in favore di quelle famiglie particolarmente disagiate. Da qui la volontà di dare vita a questa prima edizione del progetto ERCOLE-GO con l’obiettivo di sostenere quelle famiglie ercolanesi che a causa della pandemia, vivono situazioni difficili di natura economica innanzitutto” – ha dichiarato Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

ERCOLE-GO riguarderà i bambini appartenenti ai nuclei familiari ammessi e beneficiari del Banco Alimentare e i minori in carico presso i servizi sociali. Ogni bambino riceverà un gioco educativo, non solo un semplice strumento di svago ed intrattenimento ma un modo per consentire al bambino di imparare qualcosa di nuovo e regalargli un sorriso.

L’iniziativa sarà destinata a 150 bambini dai 0 a 11 anni, il progetto è a cura della dottoressa Rosita Piccolo, in cooperazione con i servizi sociali territoriali.

Ercolano, a gennaio al via i lavori per la costruzione di nuovi loculi cimiteriali a prezzi calmierati

Prenderanno il via a breve i lavori di ampliamento del cimitero di Ercolano. L’area di costruzione dei nuovi loculi è adiacente all’ingresso del Cimitero di via Benedetto Cozzolino. Il cantiere sarà aperto nel prossimo mese di gennaio e i lavori saranno completati nell’arco di un anno.

“L’intervento, autofinanziato dalla vendita dei loculi, nasce da un project financing con una finalità sociale. Infatti nel progetto abbiamo voluto stabilire prezzi calmierati, soprattutto per venire incontro alle esigenze delle famiglie di Ercolano” – spiega il sindaco Ciro Buonajuto.

I lavori prevedono la realizzazione di 364 loculi per tumulazione, 745 loculi per resti mortali e 176 nicchie cinerarie.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al 3792124100.

Buonajuto: “Un Natale solidale e vicino agli ultimi”

Sarà un Natale solidale e di inclusione quello che ci apprestiamo a vivere ad Ercolano. In questo tempo sospeso e dove le nostre tradizioni sono state stravolte dalla pandemia da covid19, abbiamo una straordinaria opportunità: recuperare questo tempo, quale tempo di speranza.

“Come Amministrazione, abbiamo deciso di non prevedere nessuna voce di bilancio per le luci e le luminarie, preferendo destinare quelle risorse per implementare quelle somme dedicate al sociale e all’aiuto nei confronti degli ultimi. Saremo dalla loro parte, di concerto con i servizi sociali, stiamo mettendo in campo una serie di iniziative concrete e di supporto: nessuno resterà indietro, nessuno sarà dimenticato” – afferma Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

“Ma affinché la nostra città possa comunque respirare un’atmosfera natalizia, abbiamo deciso di pubblicare una manifestazione di interesse per ricercare sponsor a sostegno dell’allestimento e della realizzazione di un Albero di Natale e delle luminarie natalizie. Sono sicuro che i commercianti e gli imprenditori della nostra Ercolano non faranno mancare il loro supporto e il loro sostegno. Così come sono sicuro che tanti cittadini accoglieranno il concorso “Illuminiamoci – Distanti, ma Vicini”, l’iniziativa promossa dalla II commissione consiliare, presieduta dalla consigliera Maria Grazia Prillo, per avviare una gara all’insegna della luminaria più bella della città” – spiega il primo cittadino.

Un concorso che prenderà il via il prossimo 8 dicembre: tutti i cittadini potranno partecipare inoltrando la propria candidatura e allegando le foto delle luminarie del proprio balcone inviando una mail a nataleaercolano@gmail.com. Tutte le foto, poi saranno esposte al MAV in una mostra dedicata e i proprietari dei tre balconi più belli saranno premiati.

“Sarà un Natale sicuramente diverso, ma tutti insieme supereremo questo momento mettendoci il cuore in tutto quello che faremo, soprattutto aiutando chi è meno fortunato di noi” – conclude Buonajuto.

Ercolano. Buonajuto: “Dal Consiglio Comunale grande gesto di responsabilità politica”

“Aderire al piano di riequilibrio significa guardare al futuro, significa restituire ai nostri figli una Ercolano finalmente sana nei conti. Ed oggi il consiglio comunale, maggioranza e minoranza, ha dato prova di grande responsabilità politica votando il ricorso alla procedure di riequilibrio finanziario pluriennale. Perché la crescita della nostra città passa anche attraverso una classe politica che non gioca allo scaricabarile o mette la testa sotto la sabbia, ma guarda in faccia ai problemi e li affronta con coraggio e determinazione” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano, a margine del consiglio comunale chiamato a deliberare il riequilibrio finanziario.

Nei prossimi 90 giorni bisognerà predisporre un piano che sarà sottoposto al vaglio del consiglio comunale, e poi della Corte dei Conti, con il chiaro obiettivo di efficientare la macchina comunale, ripianare il mancato gettito finanziario dettato dai crediti di dubbia esigibilità e allo stesso tempo garantire i servizi essenziali alle fasce più deboli.

“Sia chiaro, non si tratta di debiti per l’Amministrazione, ma di mancato gettito nelle casse comunali dovuti ad una mancata riscossione che spesso, soprattutto nella nostra città, dipende dalla povertà e dal disagio. Chi conosce il tessuto sociale di Ercolano sa di cosa parlo. Qui la povertà non sono numeri da collocare in un bilancio; ma la povertà ha il volto degli uomini e delle donne che si incrociano per strada e che dobbiamo rispettare. La mancata riscossione che, però, dipende anche da tanti furbi da dover stanare e denunciare” – continua il sindaco.

“Il rilancio della nostra città deve essere accompagnato dal coraggio, come quello dei commercianti che si sono ribellati alla criminalità e hanno dato vita ad una nuova primavera per la nostra Ercolano, come quello della politica che oggi è chiamata a fare delle scelte e assumersi responsabilità, essendo generosi verso chi viene dopo di noi. Perché il futuro di Ercolano dipende da ciò che ognuno di noi fa nel presente. Dobbiamo fare di tutto per garantire i servizi essenziali, non gravando sulle spalle dei più deboli. Si apre così una fase nuova di rigore, ma sicuramente virtuosa per tutti” – conclude Ciro Buonajuto.

Villa Favorita, dichiarazione congiunta sindaco e vicesindaco

“Accogliamo con entusiasmo la decisione di far rientrare nelle disponibilità del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo la Villa Favorita di Ercolano e allo stesso tempo l’investimento di 12,5 milioni di euro per la ristrutturazione. Come Amministrazione Comunale siamo pronti a fare la nostra parte, così come abbiamo già fatto in passato riaprendo il parco della villa. Ci auguriamo che a questa decisione seguano altre azioni concrete per arrivare quanto prima alla piena fruizione del gioiello settecentesco, che può rappresentare senza ombra di dubbio un importante incubatore di crescita culturale ed economica per il nostro territorio” – è quanto dichiarano in una nota Ciro Buonajuto e Luigi Luciani rispettivamente sindaco e vicesindaco con delega al turismo di Ercolano.

Ercolano, si tinge di rosso per la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne

“Il 25 novembre, il monumento di Piazza Trieste e l’ingresso del Parco Archeologico di Ercolano saranno illuminati di rosso e allo stesso tempo una panchina all’esterno del MAV sarà ritinteggiata dello stesso colore, simbolo della Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne. Un gesto simbolico, ma non senza significato” – spiega Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

Per l’assessore con delega alle politiche sociali, la dottoressa Ines Vastola quello del 25 novembre sarà solo il primo di una serie di atti che l’amministrazione porterà avanti: “Credo che il modo migliore per onorare questa giornata sia quello di annunciare che a breve anche Ercolano riavrà il suo centro antiviolenza. Un luogo di accoglienza, ascolto e costruzione di percorsi concreti per uscire dalla spirale delle violenze”.

“Ercolano non aveva ancora la sua panchina rossa. Un simbolo della violenza contro le donne, ma che testimonia anche la nostra apertura e vicinanza ad un problema che per molte donne è reale e concreto, tanto il covid resta, paradossalmente, il secondo problema. Per questo ho proposto al sindaco di tinteggiare di rosso una panchina all’esterno del MAV e di farlo tutti insieme” – spiega la consigliera Emiliana Dorio.

Sindaco, assessori e consiglieri si ritroveranno alle ore 18.00 di mercoledì 25 novembre all’esterno del Museo Archeologico Virtuale per dare una “simbolica pennellata di rosso alla panchina”. Sempre dalla stessa ora saranno illuminati di rosso l’ingresso degli Scavi e il monumento di Piazza Trieste.

Ercolano ricorda Salvatore Barbaro. Il sindaco Buonajuto: “Costruiamo la città intorno alla cultura e alla legalità”

“Un momento di ricordo nel nome di Salvatore Barbaro, ma oggi ricordiamo anche una Ercolano che prima era ostaggio della malavita organizzata che grazie al coraggio dei commercianti, al lavoro straordinario delle forze dell’ordine e della magistratura è una città libera” – queste le parole di Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano nel giorno dell’anniversario della morte di Salvatore Barbaro, vittima innocente della criminalità organizzata.

Era il 13 novembre del 2009 quando il giovane cantante di Ercolano fu ucciso per errore, perché aveva la stessa automobile del boss. Salvatore è stato ricordato nel corso di una cerimonia in Largo Barbaro, lungo via Mare, nel luogo dove oggi campeggia una targa in sua memoria.

“Questa strada verrà intitolata a Salvatore Barbaro perché vogliamo ricordare un ragazzo che è stato ucciso per errore, semplicemente perché guidava la stessa auto di un boss. Questa zona verrà riqualificata attraverso una passeggiata archeologica, perché l’obiettivo dell’amministrazione è quello di costruire intorno alla cultura e alla legalità. Dove prima c’era la camorra, domani dovranno esserci i turisti, i giovani e la bellezza” – ha spiegato il sindaco.

Alla cerimonia erano presenti anche i familiari di Salvatore, il senatore Sandro Ruotolo, il vice prefetto Giovanna Cerni, il magistrato Pierpaolo Filippelli, il Comandante della Legione Carabinieri Campania Fernando Stefanizzi, Nino Daniele già sindaco di Ercolano e le massime autorità civili e militari, gli esponenti dell’associazione antiracket.

E proprio sull’importanza di mantenere viva la memoria si è soffermato il senatore Sandro Ruotolo: “che resta un’azione fondamentale soprattutto per quelle generazioni che non hanno vissuto quel periodo. Oggi Ercolano non è più quella di 11 anni fa, ma la ferita non è ancora chiusa, la battaglia contro la criminalità organizzata non è ancora vinta, bisogna mantenere alta l’attenzione per evitare di tornare in quel disastro”.

Sulla stessa lunghezza d’onda le parole del Comandante Fernando Stefanizzi che ha elogiato l’attività della magistratura, di tutte le forze dell’ordine e delle tante “forze sane del territorio che aspettano un ulteriore riscatto. Abbiamo tante competenze per fare del bene ad un territorio che ha bisogno di legalità per crescere nella cultura e nel lavoro”.

Ercolano. Buonajuto: Primo consiglio comunale in un museo chiuso, la cultura resti motore del nostro sviluppo

“Ho voluto che fossero gli spazi del Museo Archeologico Virtuale ad ospitare il primo consiglio comunale di Ercolano, perché mai come in questo momento vogliamo ribadire con forza e determinazione che la cultura deve essere il motore della crescita e dello sviluppo del nostro territorio” – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

“Riapriamo simbolicamente un museo, oggi chiuso a causa della pandemia covid19, perché è attraverso la cultura che si riesce ad avere, non soltanto una crescita economica, ma soprattutto una crescita sociale per il nostro Paese. Voglio ringraziare, a tal proposito, Luigi Vicinanza, presidente della Fondazione Cives, per aver subito accolto la mia proposta” – conclude il vice presidente nazionale dell’Anci e esponente di Italia Viva.

L’intervento del sindaco Buonajuto nel corso del consiglio comunale:

Ercolano, Buonajuto: “Via libera alla realizzazione di tre parcheggi in città”

“Tre nuovi parcheggi per ridisegnare la mobilità in città. Con il via libera in giunta, facciamo un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di opere strutturali fondamentali per il futuro di Ercolano. Ho voluto, d’accordo con la mia squadra di governo, che fossero questi i primi atti deliberati in giunta in questo avvio di secondo mandato. La realizzazione di questi tre nuovi parcheggi rappresentano un tassello fondamentale per la nuova mobilità cittadina” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano subito dopo l’approvazione degli atti propedeutici alla realizzazione delle aree di sosta in Piazza Pugliano, via Bordiga e in Piazza Trieste.

Dopo il via libera in Giunta, ora si potrà provvedere alla gara d’appalto per la concessione delle aree parcheggio di Piazza Pugliano e di Via Bordiga. Per quanto concerne l’opera multipiano di Piazza Trieste, invece, sarà realizzata con un project financing, mediante procedura di evidenza pubblica.