Dispersione scolastica da Ercolano una mozione per inasprire le pene

Boschi e Buonajuto (IV): “E’ un segnale dell’importanza dell’istruzione per il futuro dei nostri giovani” 

Parte da Ercolano una mozione rivolta al Governo per modificare l’articolo 731 del codice penale che attualmente punisce con l’ammenda fino a 30 euro, chi impedisce l’istruzione dei minori fino alla quinta elementare. L’ipotesi di modifica, che nasce da una mozione sottoscritta all’unanimità da tutti i consiglieri comunali di Ercolano, inasprisce la pena con l’arresto fino a sei mesi e con l’ammenda fino a 5mila euro. Ma, qualora il minore abbia già conseguito il diploma della scuola secondaria di primo grado, le pene si applicano disgiuntamente: il magistrato può decidere se applicare la pena della reclusione o quella dell’ammenda. E quando procede per questo reato, il Procuratore della Repubblica ne dà immediata notizia al Procuratore presso il Tribunale per i Minorenni.

Il documento è stato illustrato nell’aula consiliare del Comune di Ercolano alla presenza di Maria Elena Boschi, deputata di Italia Viva, e da Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vice presidente nazionale Anci.

“Oggi un genitore che non manda a scuola elementare i propri figli se la cava con un’ammenda da 30 euro. L’equivalente di due, tre pizze? Non può valere così poco il futuro dei nostri figli che peraltro il Governo punisce con la prigione se partecipano ad un rave party. Ma se un genitore toglie loro il diritto al futuro paga una semplice ammenda. Il sindaco insieme al consiglio comunale si fa promotore di un aumento di queste sanzioni, soprattutto per dare un segnale dell’importanza dell’istruzione. A questo, ovviamente, deve accompagnarsi anche una politica sul territorio con un potenziamento degli insegnanti che magari hanno  esperienza specifica contro la dispersione scolastica, con un lavoro in rete con i servizi sociali e le Procure. E’ fondamentale l’istruzione perché i ragazzi sono il patrimonio più grande che abbiamo. Inoltre, dalla mozione che parte da Ercolano, io e il gruppo di Italia Viva proporremo una proposta di legge in Parlamento perché questa mozione diventi concretamente una norma in Gazzetta Ufficiale” – spiega l’on. Maria Elena Boschi, di Italia Viva.

Per il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto: “La politica e le istituzioni devono essere innanzitutto rigore morale. Noi siamo e dobbiamo essere un baluardo di legalità. La mozione al Governo, per chiedere la modifica dell’articolo 731 del codice penale sul reato di abbandono scolastico parte da una città come Ercolano, dove la camorra è stata sconfitta grazie al coraggio dei commercianti, all’aiuto delle forze dell’ordine e della magistratura, e dove investiamo in cultura e formazione per riscattare un’intera comunità e non tornare ad un passato fatto di illegalità e disagio”. 

Buonajuto (Anci): “Ercolano e il Mercato di Pugliano pronti a donare gli stracci per ricostruire la Venere del Pistoletto”

Il sindaco: “L’opera rappresenta la nostra idea di futuro: dagli stracci far rinascere storia e bellezza

“Non possiamo darla vinta a quattro idioti che hanno voluto solo far del male a Napoli. Le immagini della Venere degli stracci del Pistoletto in fiamme a Piazza Municipio fanno davvero male e se venisse confermata l’ipotesi dolosa sarebbe davvero un fatto gravissimo. Ercolano e il Mercato di Pugliano sono pronti a fare la propria parte, mettendo a disposizione gratuitamente tutti gli ‘stracci’ di cui ha bisogno il maestro per realizzare nuovamente l’opera” – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Ercolano e in particolar modo il quartiere di Pugliano dal secondo dopoguerra ospitano il Mercato del Vintage che rappresenta una fetta importante della nostra economia, ma anche un fattore identitario al pari degli altri attrattori che insistono sul nostro territorio. Oggi la zona di Pugliano, grazie anche all’impegno dei commercianti e delle associazioni di categoria, vive una nuova primavera. Gli stracci sono una risorsa inesauribile, un esempio virtuoso e concreto della potenzialità del riciclo e che mette in moto una economia circolare. Ercolano è pronta a fare la sua parte donando all’artista tutto il materiale di cui ha bisogno per far rinascere questa splendida opera che, di fatto, rappresenta un po’ anche la nostra idea di futuro: dagli stracci far rinascere storia e bellezza” – conclude il sindaco di Italia Viva.

Buonajuto (Anci): “Solidarietà e sostegno al collega Josi Della Ragione”

Il vicepresidente nazionale: “Un atto ignobile e vile, ma che non fermerà la sua azione amministrativa”

“Ho voluto esprimere solidarietà e vicinanza a nome di tutti i sindaci dell’Anci al collega Josi Della Ragione, primo cittadino di Bacoli, dove è stata distrutta per la terza volta nel giro di 40 giorni la telecamera che regola la Ztl del porto del comune dei Campi Flegrei” –  è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Un atto ignobile e vile, ma sono sicuro che quanto accaduto non fermerà la battaglia contro ogni forma di illegalità che caratterizza l’azione amministrativa di Josi. Purtroppo quanto accaduto a Bacoli è solo l’ultimo atto intimidatorio in ordine di tempo e che vede protagonista un amministratore locale. Mi auguro che le indagini possano far emergere al più presto gli autori di questo vile gesto” – conclude il sindaco di Italia Viva.

Buonajuto: “Packard sempre più entusiasta di Ercolano: iniezione di fiducia per il futuro”

Il sindaco ha incontrato il magnate americano: “Ha rinnovato il suo interesse a continuare ad investire sul territorio” 

“L’impegno ultra ventennale del Packard Humanities Institute a Ercolano ha contribuito ad accendere una nuova luce sul parco archeologico e sull’intera città, con risultati evidenti e sotto gli occhi di tutti. Un amore per la nostra città rinsaldato ancora una volta dalla presenza di David W. Packard che ho incontrato nei giorni scorsi e che ha voluto rinnovare il suo amore e attaccamento alla nostra terra”  – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

Il magnate americano, erede del colosso informatico Hp che anni ha destinato oltre venti milioni di dollari al recupero e alla salvaguardia dell’antica Herculaneum, per l’occasione ha firmato anche il libro degli ospiti illustri della città di Ercolano. “Packard è un bellissimo esempio di mecenatismo culturale che ha dato vita ad una bellissima collaborazione che continuerà ancora a lungo. I buoni rapporti tra la Fondazione e la città di Ercolano rappresentano una bellissima iniezione di fiducia che ci fa ben sperare per il futuro” – conclude il sindaco di Italia Viva. 

Buonajuto (Iv): “Basta discriminazioni sui pazienti oncologici”

“Oggi chi guarisce da un tumore continua a subire una discriminazione dal sistema bancario e assicurativo. Dopo aver superato la sofferenza della malattia e aver accarezzato la gioia della guarigione, un cittadino si trova continuamente in una spirale drammatica caratterizzata dal rifiuto ad accedere a un mutuo o a stipulare una polizza. Un’ingiustizia intollerabile in un paese civile” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e Portavoce nazionale di Italia Viva durante l’iniziativa tenuta a Napoli per presentare il disegno di legge sul diritto all’oblio oncologico, proposto dall’on. Maria Elena Boschi, prima firmataria. 

“Non è ammissibile che un cittadino venga marchiato a vita e trattato differentemente solo per essere stato in passato un paziente oncologico. Diventa un incubo dal quale non si riesce più ad uscire, nonostante la guarigione. Chi ha superato la malattia ed è sano, deve essere trattato alla pari di altri cittadini, con le medesime condizioni economiche e finanziarie, che non hanno dovuto subire quest’incubo” conclude Buonajuto.

Buonajuto: “Continuiamo ad aprire cantieri in città, per realizzare la Ercolano di domani”

Sarà un’estate con tanti cantieri. Partite anche le gare d’appalto per la realizzazione dei parcheggi

“Non si fermano i lavori in città. Corriamo veloci per realizzare una Ercolano al passo con i tempi, con sempre più servizi per cittadini e turisti” – spiega il sindaco Ciro Buonajuto. 

Da qualche giorno sono iniziati i lavori di rifacimento del manto stradale del parcheggio di Villa Favorita, ma nei prossimi giorni altri cantieri interesseranno la città degli scavi. “A breve partiranno i lavori di rifacimento di altre strade del centro storico di Ercolano, per un totale di circa 84 mila euro di lavori” – continua il primo cittadino di Italia Viva. I lavori interesseranno Vico Sant’Elena (da incrocio via Pugliano a vico Cuparella), tratto di via Pugliano (da incrocio vico Sant’Elena a vico Zappella), Via Madonnelle (da incrocio via Corallo e via Semmola), e II Traversa Mercato (da incrocio via IV Novembre).

Sul fronte parcheggi: “Sono partite le procedure di gara per la realizzazione dei tre parcheggi, in Piazza Trieste, Via Bordiga e Piazza Pugliano e contiamo di assegnare gli appalti a stretto giro. Nel frattempo stiamo concludendo i lavori di illuminazione del Molo Borbonico. Interverremo su un bene confiscato di via Caprile e grazie ad un finanziamento di 800 mila euro provvederemo anche ad un’opera di ristrutturazione e ammodernamento del Teatro del MAV e con un altro finanziamento, di circa 250mila euro, aumenteremo gli occhi elettronici in città con altre telecamere di videosorveglianza che saranno controllate direttamente da una centrale che sarà allestita presso il comando di Polizia Locale” – afferma il primo cittadino di Ercolano e vicepresidente nazionale Anci. 

Discorso a parte meritano gli interventi per lo Stadio Solaro: “Già aggiudicata la gara per gli interventi di ripristino del muro di cinta così da riaprire al traffico veicolare via Doglie. Mentre a breve inizieranno i lavori anche per le torri faro così che l’impianto sarà dotato di una illuminazione a passo con i tempi. Lo Stadio – spiega il sindaco – comporta costi importanti: basti pensare che abbiamo già speso un milione di euro per il manto erboso, altri 200mila euro per l’impianto di illuminazione e più di un milione spenderemo per la realizzazione dell’altra tribuna ospiti. Costi che non possiamo sempre scaricare sui contribuenti, per questo è nostra intenzione affidare in concessione la struttura ad un canone di 3mila euro al mese” – conclude il sindaco. 

Ercolano. Buonajuto: “Consegniamo alla città un luogo di condivisione”

Inaugurato, questa mattina, il Centro Polifunzionale per Disabili dell’ambito N29

“Un luogo di condivisione, accogliente, vivo dove sarà possibile avviare un percorso di inclusione e di crescita attraverso attività educative, di formazione e laboratori per le persone disabili” – così Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale Anci, in occasione dell’inaugurazione del Centro Polifunzionale del Comune di Ercolano. 

“E’ davvero una bella giornata per la nostra città – continua il primo cittadino di Italia Viva – voglio esprimere il mio ringraziamento sia agli assessori che agli uffici comunali per l’ottimo lavoro svolto. Pensare che un luogo del Comune sia così accogliente e vivo indica che siamo sulla giusta strada”.
La struttura ospitata nei locali comunali di via Aveta, sarà gestita dalla cooperativa Gelso. Il servizio è rivolto a tutti i cittadini disabili adulti che abbiano compiuto almeno 18 anni. Sul sito istituzionale del Comune di Ercolano è possibile scaricare la documentazione necessaria per l’iscrizione, o in alternativa rivolgendosi all’ufficio politiche sociali. 

Buonajuto: “Turismo e miglioramento della qualità della vita, le nostre azioni per Ercolano”

In consiglio comunale si discute del Piano Urbanistico Comunale della città degli scavi

“Disegniamo la città del domani, la Ercolano che vogliamo lasciare ai nostri figli, ai nostri nipoti. Oggi in Consiglio Comunale abbiamo portato avanti una straordinaria discussione sul futuro della nostra città. Confrontarci sul Piano Urbanistico Comunale significa condividere una nuova visione di città che valorizzi le sue specificità. Ercolano ha una potenzialità straordinaria: un milione e mezzo di turisti l’anno; 50mila abitanti, un mare straordinario e poi il Vesuvio, il Parco Archeologico e le ville vesuviane. Abbiamo l’obbligo di valorizzare il nostro territorio e possiamo farlo solo attuando gli strumenti urbanistici” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale di Anci a margine del consiglio comunale monotematico sul PUC.

“La nostra idea di città del domani, punta sul turismo, sul miglioramento della qualità della vita in tutte le zone di Ercolano, sulle bellezze storiche, artistiche e naturalistiche. Dobbiamo lavorare per porre un argine alla crisi demografica che caratterizza Ercolano, al pari di tantissime città europee, e possiamo farlo creando i presupposti per nuova occupazione. Permettetemi, infine, di ringraziare l’assessore Gioacchino Acampora per aver illustrato questo importante strumento urbanistico e tutti i consiglieri comunali che con i loro interventi hanno offerto spunti interessanti di approfondimento” – conclude il primo cittadino. 

Buonajuto (Italia Viva): “Realizzeremo la nuova cabinovia per il Vesuvio”

“Un progetto di mobilità sostenibile che consentirà di raggiungere il Cratere del vulcano più famoso al mondo”

“Un’opera per favorire la mobilità sostenibile e allo stesso tempo un nuovo attrattore turistico per Ercolano. La realizzazione di una cabinovia del Vesuvio per raggiungere il cratere del vulcano più famoso al mondo ha come obiettivo quello di cambiare, nei prossimi anni, il volto della nostra città e favorire sempre di più l’indotto turistico” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Nei giorni scorsi abbiamo sottoscritto con l’Agenzia Campana per la Mobilità, le Infrastrutture e le Reti (ACaMIR) un accordo finalizzato alla realizzazione del progetto definitivo della nuova cabinovia, già finanziato con 700 mila euro dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile” – spiega il primo cittadino di Italia Viva.

“La linea sarà dotata di quattro stazioni di scalo in altrettanti siti di interesse che saranno interessati da piani di riqualificazione. Il tracciato partirà da via Bordiga e avrà come stazioni intermedie Via Vesuvio nei pressi del “Ristorante La Siesta”, l’Osservatorio Vesuviano per poi raggiungere il Piazzale di accesso al gran cono “Quota 1000″. Fare politica significa risolvere i problemi quotidiani, ma anche sognare e investire per il futuro, in un nuovo disegno urbanistico della città sempre più accogliente e ricca di servizi e strutture” – conclude il sindaco di Ercolano.

Buonajuto (Italia Viva): “Ercolano ricorda Giovanni Falcone e tutte le vittime di mafia”

In occasione dell’anniversario della strage di Capaci iniziative in città con studenti e istituzioni

“Il tema della legalità, la lotta contro ogni forma di mafia resta il nostro obiettivo primario. Utilizziamo ogni momento per confrontarci con le nuove generazioni, per far capire loro come solo investendo in legalità e cultura possiamo auspicare ad un futuro migliore. Domani, 23 maggio, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, abbiamo l’obbligo di riflettere su quanto è accaduto e per porgere il nostro ringraziamento a degli uomini straordinari che ci hanno insegnato cosa significa amare la propria terra” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci. 

“Il coraggio è riuscire a non farsi condizionare dalla paura, diceva Giovanni Falcone e da Ercolano vogliamo continuare a far sentire forte il nostro messaggio di legalità e che della mafia non abbiamo timore, anzi la combattiamo ogni giorno” – conclude il primo cittadino di Italia Viva.
Il programma della giornata prevede alle ore 9.00 di martedì 23 maggio 2023, presso la rotonda di via Cupa Monti, si terrà la cerimonia di commemorazione delle vittime della strage di Capaci, con la deposizione di una corona di alloro, organizzata dall’Amministrazione comunale e dall’Associazione FAI Antiracket Ercolano. A seguire, presso lo stadio “R. Solaro” (via Doglie, 23),  nell’ambito della manifestazione sportiva “A scuola di Sicurezza, Legalità, Giustizia, Ambiente” organizzata dall’Istituto “G. Rodinò” di Ercolano, si terrà un momento di confronto insieme agli studenti, circa l’importanza dello sport, come strumento di educazione alla legalità.