Sport – Buonajuto: “Comuni valutino disponibilità impianti a costi sostenibili per aiutare ripresa dell’attività di base”

Il vicepresidente Anci: “Questo consentirà di tutelare e aiutare le realtà sportive del territorio dopo la crisi pandemica, contribuendo realmente alla ripartenza sociale e sportiva del Paese”

“Lo sport è uno dei settori più colpiti dalla pandemia di COVID-19, con conseguenze rilevanti sullo svolgimento delle attività, specie per quanto riguarda lo sport di base. Rivolgo un invito alle amministrazioni comunali affinché valutino la disponibilità degli impianti a costi sostenibili per le associazioni sportive al fine di incentivare lo sport di base, evitando aggravi economici per le famiglie”. A lanciare l’appello è Ciro Buonajuto, Sindaco di Ercolano e Vicepresidente nazionale dell’ANCI.

“Lo sport – aggiunge – svolge importanti funzioni sociali promuovendo l’inclusione sociale, l’integrazione, la coesione e valori quali il rispetto e la solidarietà e al contempo favorisce, soprattutto tra i più giovani, stili di vita sani e salutari. Per questo bisogna tornare a fare sport”.

“Rendere disponibili gli impianti comunali alle realtà sportive che operano e sono radicate nel territorio – conclude il sindaco di Ercolano – consentirà di tutelarle e aiutarle dopo la crisi pandemica contribuendo realmente alla ripartenza sociale e sportiva del Paese”.

Buonajuto su ladri alla Locanda di Emmaus

“Provo tantissima rabbia per quanto accaduto la scorsa notte alla Locanda di Emmaus. Chi ha commesso quest’atto vile, ha provato a rubare alle fasce più fragili, qualcosa di importantissimo: la possibilità di futuro. Ma la dignità, l’amore verso il prossimo, quelli non lasciamoceli calpestare da nessuno. Un gesto di una gravità immane, è come se fossero entrati nelle case di ognuno di noi, violando quello che abbiamo di più caro.  E’ impensabile anche solo l’idea che ci siano persone che non nutrono alcun rispetto nei confronti di un luogo che svolge un’azione sociale importantissima per la nostra comunità. Le parrocchie, insieme alle scuole, rappresentano le prime agenzie educative del territorio e quotidianamente sono impegnate nel trasmettere amore, diffondere la cultura della legalità. A Padre Pasquale Incoronato e ai suoi volontari dico: non siete soli! Questa è una battaglia per la legalità e per l’inclusione che combatteremo fianco a fianco!” – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano. 

Ercolano ospita meeting dei siti Unesco. Buonajuto: “Una splendida vetrina per le nostre bellezze”

Ercolano diventa capitale europea dei siti Unesco ed ospiterà fino al prossimo 2 ottobre la terza edizione del “Workshop sul ruolo dei centri visitatori nei siti designati dall’UNESCO – Lavorare con le comunità”, organizzato in stretta collaborazione con il Parco Archeologico di Ercolano.

“E’ per noi motivo d’orgoglio poter ospitare un così importante appuntamento. Per quattro giorni tantissimi professionisti del mondo dell’archeologia e del turismo provenienti da tutta Europa saranno ospitati ad Ercolano ed avranno la possibilità di conoscere da vicino le nostre bellezze. Una grande vetrina per il nostro patrimonio storico, archeologico e artistico, infatti il workshop si terrà in diverse location di Ercolano: dal Museo Archeologico Virtuale a Villa Campolieto, senza dimenticare, ovviamente, l’area archeologica” – spiega il sindaco Ciro Buonajuto.

Ercolano. Centri ricreativi per minori: aperti i termini per l’iscrizione

Il sindaco Buonajuto: “Creiamo momenti di crescita e socializzazione per i nostri ragazzi” 

“Creare quanti più momenti di crescita e socializzazione per i minori di Ercolano. Per questo motivo abbiamo inteso prorogare le attività dei centri estivi fino al 31 dicembre di quest’anno, con l’obiettivo di promuovere e sostenere sempre di più la realizzazione di attività socio-educative, culturali e ludico-ricreative anche per restituire ai tanti ragazzi la possibilità di riappropriarsi degli spazi di socialità e di relazione che in questi mesi di chiusure hanno perso e che invece sono un loro fondamentale diritto per crescere” – è quanto dichiara il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, annunciando l’apertura dei termini per l’iscrizione ai centri estivi per i minori da 3 a 17 anni.

“Sul sito internet del Comune è disponibile l’avviso pubblico e lo schema di domanda rivolto alle famiglie che vogliono usufruire del servizio. Vogliamo in questo modo offrire ai minori di Ercolano un luogo protetto di educazione e socializzazione anche per prevenire situazioni di emarginazione e di disagio sociale” – conclude il primo cittadino.

Ercolano: Teresa Bellanova presente all’incontro su infastrutture e mobilità

Infrastrutture, mobilità e le opportunità del Pnrr, sono state al centro dell’incontro con la Viceministra Teresa Bellanova, che il 10 settembre è stata in visita ad Ercolano.
La Viceministra del Governo Draghi dopo essere stata ricevuta a Palazzo di Città da parte del sindaco Ciro Buonajuto ed aver incontrato una rappresentanza di assessori e consiglieri comunali, ha fatto visita al cantiere di via Cortili – via Mare dove è in costruzione la terrazza più grande d’Europa con affaccio su un parco archeologico, per poi tagliare il nastro di una scala che unisce due parti della città. Infine ha preso parte al convegno sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

La viceministra Teresa Bellanova ad Ercolano per parlare di infrastrutture e mobilità

Infrastrutture, mobilità e le opportunità del Pnrr, saranno al centro dell’incontro che vedrà tra i relatori la Viceministra Teresa Bellanova, in programma venerdì 10 settembre alle ore 18.00 ad Ercolano e che concluderà la visita istituzionale in città dell’esponente del Governo Draghi.

“Il Mezzogiorno ed in particolar modo la Campania hanno bisogno di una visione d’insieme dei problemi infrastrutturali. Ho voluto fortemente che la presenza della Viceministra Bellanova sul nostro territorio si concludesse con un momento di confronto e approfondimento sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che rappresenta una straordinaria opportunità per contribuire a ridurre i divari nel Paese” – spiega Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano.

A dialogare con la Viceministra Teresa Bellanova, sarà il giornalista Luigi Vicinanza, condirettore editoriale di Gedi News Network e Presidente della Fondazione Cives. Per l’accesso, come da disposizioni governative sarà necessario il Green Pass.

L’esponente del Governo Draghi, prima dell’incontro pubblico delle ore 18.00 presso la struttura “The Owl” di via Gramsci, sarà ricevuta dal sindaco Ciro Buonajuto alle ore 17.00 a Palazzo di Città, a seguire farà un sopralluogo presso l’area cantiere di Via Cortili – Via Mare dove è in corso di realizzazione la più grande terrazza d’Europa che affaccia su un’area archeologica, per poi recarsi in via Panoramica, dove presenzierà al taglio del nastro per la inaugurazione della scala che collega la parte alta con la parte bassa della città.

Afghanistan. Buonajuto (Anci): “Non lasciamo sola Zafira Gharafi”

“L’Anci non deve lasciare sola Zarifa Ghafari, la sindaca più giovane dell’Afghanistan, da sempre in prima linea per i diritti delle donne” – è quanto dichiara in una nota Ciro Buonajuto, vicepresidente nazionale di Anci e sindaco di Ercolano.

“Il coraggio di una donna, il coraggio di un sindaco che non vuole lasciare il suo Paese, ma che resta scettica, come la maggior parte di noi, davanti ad uno scenario preoccupante che potrebbe azzerare di colpo tutte le conquiste ottenute in questi venti anni. Fare il sindaco è un’esperienza che si nutre di passione, di commozione, di senso del dovere e di attaccamento alla propria terra e vale ad ogni latitudine. Zarifa lo sta dimostrando e l’Italia non può rimanere inerme davanti a tutto questo. Come associazione che riunisce sindaci e amministratori, non possiamo lasciarla sola, non possiamo voltarci dall’altra parte. Per questo da vicepresidente dell’Anci farò di tutto per mettere in campo le azioni necessarie per garantire la tutela degli amministratori e fornire loro qualsiasi tipo di supporto” – conclude Buonajuto.

Buonajuto scrive all’Asl: “Inseriamo nel bollettino dei contagi anche il dato su chi è vaccinato”

“Questa mattina ho inviato una lettera al direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto, per chiedere di aggiornare i dati contenuti nei bollettini giornalieri dei contagi, ricoveri e decessi, anche con i dati su chi è vaccinato e chi no. Tutto questo per garantire l’incolumità e la sicurezza sanitaria dei cittadini, che non può essere messa a repentaglio da una facile strumentalizzazione dei dati che possa compromettere il buon esito della campagna di vaccinazione” – è quanto dichiara il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto.

Inoltre nella missiva, il sindaco ha richiesto anche di valutare “la possibilità di spostare il centro tamponi nei pressi del Parco Archeologico di Ercolano, così da poter essere facilmente raggiungibile da eventuali turisti che, sprovvisti di Green Pass, possano ottenerlo effettuando un tampone e non vedersi pregiudicare una visita al museo. Un’ipotesi che nasce dal fatto che la certificazione, obbligatoria dal 6 agosto per l’ingresso nei musei, può essere ottenuto anche dopo aver effettuato un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al Coronavirus con validità 48 ore” – spiega il sindaco che insiste sulla necessità di continuare la campagna di vaccinazione e prova a sgombrare il campo da possibili dubbi.

“E’ sotto gli occhi di tutti che dallo scorso marzo la campagna vaccinale ha subito un’accelerazione che ha prodotto una costante diminuzione del numero di contagi da Covid19. L’apertura del centro vaccinale sul territorio di Ercolano, unito ad una campagna di sensibilizzazione e informazione relativamente alle guarigioni e al numero di vaccini somministrati, ha prodotto un notevole abbassamento della curva dei contagi e del numero di decessi” – continua il primo cittadino e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Dai dati forniti dall’Asl e aggiornati allo scorso 29 luglio le dosi somministrate ad Ercolano sono 49.675. Ben 27.887 cittadini su 51.588 residenti hanno ricevuto almeno la prima dose. Non è il momento di fermarsi, né di abbassare la guardia, anche perché all’orizzonte abbiamo la riapertura delle scuole. Lo dico con chiarezza non possiamo permetterci un terzo anno di didattica a distanza. Quindi dobbiamo lavorare tutti insieme per garantire una scuola in sicurezza per studenti e personale scolastico” – conclude il sindaco.  

Piuttosto che in galera, chi commette determinati reati potrà accompagnare i turisti all’interno degli Scavi

Parte da Ercolano il progetto di “messa alla prova” per garantire il fine rieducativo della pena, attraverso la cultura e il turismo

“Ci affidiamo alla nostra storia ed alla nostra bellezza per sconfiggere il disagio. Arte e giustizia possono camminare insieme per favorire pene alternative alla detenzione e quindi garantire il reinserimento in società di chi commette reati” – è quanto afferma il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto a margine della firma del protocollo tra Ministero della Giustizia, Tribunale di Napoli e Parco Archeologico di Ercolano per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità all’interno dell’area archeologica.

Una firma che arriva proprio nel giorno dell’anniversario della morte di Paolo Borsellino. Una nuova applicazione del percorso di ‘messa alla prova’ che permetterà a dieci giovani contemporaneamente di poter estinguere la pena effettuando la guida o lavori di pubblica utilità all’interno del Parco Archeologico di Ercolano: “La firma del protocollo si inserisce nel solco delle tante azioni messe in campo ad Ercolano in questi anni per sostenere e promuovere cultura, turismo e legalità. Diamo inizio ad un bellissimo percorso e sono sicuro che rappresenterà un volano per analoghi progetti da attuare in altre realtà. Un risultato raggiunto grazie al lavoro e alla determinazione del direttore del Parco, Francesco Sirano, al quale va il mio ringraziamento e quello della comunità per aver voluto favorire sempre di più l’integrazione tra città moderna e città antica” – conclude il primo cittadino di Ercolano.

Il Mare è per tutti. Ad Ercolano la prima passerella per disabili su una spiaggia libera

Il mare per tutti ad Ercolano non è uno slogan. Grazie alla sinergia tra le associazioni una spiaggia libera della città degli Scavi è stata dotata della prima passerella per disabili. Un’azione sinergica per dimostrare che l’handicap non è un limite invalicabile, ma un’opportunità per rafforzare il senso di comunità. Dotare la spiaggia libera di Ercolano di una passerella e di due sedie job, sedie speciali per consentire l’ingresso in acqua al disabile, rappresenta la migliore espressione di una città inclusiva, che non lascia indietro nessuno.

La passerella è stata inaugurata sulla spiaggia di Via Marittima dal sindaco Ciro Buonajuto, alla presenza del presidente dell’Associazione Nuovo Progetto Ercolano, Nicola Florio, dei consiglieri comunali Ciro Santoro e Andrea Fiengo, e del giovane Salvatore che è riuscito così nel suo intento di raggiungere il mare senza nessuna difficoltà.

“E’ una conquista straordinaria se consideriamo le difficoltà che vive la mia città, ed è bello che questa passerella sia su una spiaggia libera per permettere a tutti di poter godere la nostra bellezza. Ercolano, dopo la pandemia vuole ripartire dal turismo, dalla cultura e dalla legalità, è giusto che si possa consentire a tutti di poter accedere alla spiaggia. Voglio ringraziare le associazioni che hanno contribuito a realizzare quest’opera ed anche i consiglieri comunali Ciro Santoro e Andrea Fiengo che hanno lavorato anche fisicamente per allestirla” – ha dichiarato il sindaco Ciro Buonajuto.

L’iniziativa “Il Mare è per tutti” è stata organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale Nuovo Progetto Ercolano e gode del patrocinio morale della Città di Ercolano ed è frutto di una raccolta fondi sostenuta da cittadini, imprenditori, artisti e da una rete di associazioni e comunità religiose che operano sul territorio cittadino, quali Ercolano Viva, Onda Asd, Noi Insieme Rett, Dance art Studio, Figli del Vesuvio, la Locanda di Emmaus, la comunità evangelica Passione per Cristo e l’associazione UCO Vicoletto Ortora.