Ercolano. Buonajuto: “Ancora un’opportunità per le attività economiche del nostro territorio”

Nasce il Distretto del Commercio “Ercole dal Vesuvio al Mare”, sottoscritto il protocollo tra Comune e Associazioni di Categoria

“Con la nascita del Distretto del Commercio di Ercolano costruiamo una nuova governance, che coinvolge soggetti pubblici e privati, con il chiaro obiettivo di realizzare un circuito virtuoso finalizzato alla creazione di un modello innovativo e stabile di gestione, rilancio e sviluppo dell’ambito territoriale di Ercolano. Solo lavorando sinergicamente e con una comune visione possiamo davvero dare un’occasione di rilancio al tessuto commerciale della nostra città” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci a margine della firma dell’accordo di distretto denominato “Ercole tra il Vesuvio e il Mare”.

“Il distretto – continua il sindaco di Italia Viva – avrà come compito quello di incentivare ed innovare il commercio urbano, favorendo l’equilibrio fra i vari format commerciali ed il rafforzamento dell’identità dei luoghi”.

Esprime soddisfazione anche Mariarca Cascone, assessore comunale con delega alle attività commerciali che afferma: “Contiamo in questo modo di avviare una serie di iniziative volte alla valorizzazione dell’arredo urbano, sviluppare piani di comunicazione e di marketing, ma soprattutto aiutare il territorio a ragionare strategicamente attraverso una specifica metodologia”.

L’accordo è stato sottoscritto da Marco Cantarella in rappresentanza di Confcommercio Campania, Gioacchino Acampora per Confesercenti Campania, Simone Porricelli per Copagri Campania e Salvatore Iacomino per l’Associazione Culturale Vintage.

Buonajuto (Anci): “Bandiere e striscioni per festeggiare, non imbrattiamo le nostre città”

Appello dei sindaci ai tifosi. Palomba: “Lo sport è educazione. Divertiamoci con dignità rispettando i luoghi e le persone”.

“È bello vedere le strade, i quartieri, le piazze dell’area Metropolitana di Napoli con il passare dei giorni colorarsi di azzurro: bandiere che sventolano dai balconi, striscioni che uniscono idealmente i palazzi. Ma dipingere di azzurro saracinesche, muri, marciapiedi, dissuasori, panchine sono atti vandalici che non fanno bene ai territori ed anzi comporteranno solo aggravi per le casse degli Enti Locali” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“C’è attesa e voglia di festeggiare, anche io, come altri amministratori locali viviamo queste settimane con profonda emozione e con entusiasmo. Per questo insieme a tanti altri colleghi sindaci vogliamo rivolgere un appello ai tanti supporters del Napoli: il tifo è passione, è gioia, è vivere emozioni uniche, è festeggiare tutti insieme. Coloriamo la nostra città con bandiere e striscioni, non vandalizzando i beni pubblici” – spiega il sindaco di Italia Viva.

“Stiamo vivendo sicuramente con entusiasmo e passione le giornate del campionato, nelle quali vediamo crescere in noi la gioia e vediamo prendere forma, partita dopo partita, a quello che è un grande sogno calcistico. E allora, nel pieno dell’etica e dell’educazione sportiva, invito i tifosi a divertirsi, e, a fare il tifo nel rispetto delle regole, senza trasformare un momento di esultanza sportiva in atteggiamenti vandalici verso gli arredi urbani delle nostre città. Si, alle bandiere che annullano le distanze, no, alle bombolette che imbrattano la civiltà” – afferma Giovanni Palomba, sindaco di Torre del Greco.

Ercolano, migliaia di studenti percorrono il “Miglio della legalità”

Buonajuto: “Una città intera urla contro la criminalità. Continuiamo a tenere alta la tensione”

In migliaia hanno percorso questa mattina il Miglio della Legalità. Una lunga marcia di colori, partecipazione, sorrisi e slogan contro la camorra e contro ogni forma di illegalità. La città di Ercolano si è ritrovata lungo corso Resina, una fiumana di studenti, cittadini, istituzioni e forze dell’ordine per affermare, ancora una volta, che solo tutti insieme si può sconfiggere la criminalità organizzata.

“Partire dalle scuole significa davvero combattere contro ogni forma di illegalità. La battaglia contro la criminalità organizzata non è soltanto per addetti ai lavori, forze dell’ordine e magistratura, ma è di tutti quanti noi.  Avere qui migliaia di ragazzi che urlano contro ogni forma di illegalità è la più bella vittoria per questa città” – afferma Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale di Anci.  

La manifestazione di Ercolano è uno degli eventi preparatori in vista della 28esima Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che si celebra il 21 marzo e che quest’anno sarà ospitata dalla città di Milano.

Tanti studenti oggi hanno sfilato davanti alle roccaforti, dei tre clan Birra, Papale e Ascione, che insistevano sul territorio di Ercolano e che grazie al coraggio dei cittadini, alle forze dell’ordine e alla magistratura sono stati sconfitti e quei beni confiscati oggi utilizzati dai Carabinieri e da cooperative sociali.

“Oggi ad Ercolano si respira un’area di libertà. Dopo aver sconfitto la camorra questa città finalmente è libera ed il sorriso di questi ragazzi lo dimostra. Ma dobbiamo tenere alta la tensione, non possiamo abbassare la guardia perché il Ercolano rimane una città complicata” – conclude il sindaco di Italia Viva.

Buonajuto: “Con i fondi del PNRR realizzeremo cinque progetti per Ercolano”

Oltre 12 milioni di euro di finanziamento ottenuti. Previsti un impianto polivalente coperto, la pista ciclopedonale sulla costa, attenzione anche alle politiche sociali

La realizzazione di un impianto polivalente indoor in via D’Annunzio, la realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo il tratto di costa, ma anche la riqualificazione e il miglioramento ambientale di un’area a verde che insiste alle spalle della Chiesa di Pugliano, oltre alla riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica di via Fossogrande. Sono cinque, al momento, i progetti per un finanziamento di oltre 12 milioni di euro di fondi per il PNRR che saranno realizzati ad Ercolano.

Soddisfazione nelle parole di Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci, che a margine della cabina di regia sui fondi PNRR, presieduta dal professor Luigi Nicolais, parla di “opere di straordinaria importanza per la nostra città e che grazie al lavoro degli uffici e alle opportunità provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza riusciremo a realizzare”.

Quattro sono i progetti relativi al settore lavori pubblici, uno invece è in capo alle politiche sociali: “Si tratta di interventi migliorativi per la nostra comunità, penso al finanziamento di 3,5 milioni di euro che ci permetterà di realizzare una serie di interventi di riqualificazione energetica e sismica degli immobili di proprietà comunale di Via Fossogrande, realizzati dopo il terremoto del 1980. Cantiere che partirà entro fine giugno 2023” – spiega il primo cittadino di Italia Viva.

“Con i fondi del PNRR riusciremo a realizzare un’opera che mancava alla nostra città: un Palazzetto dello Sport, finanziato con circa due milioni e 800mila euro, e che sarà realizzato in un’area all’interno dell’istituto scolastico Maiuri. Un impianto polivalente che sarà messo a disposizione delle associazioni sportive di Ercolano” – afferma Buonajuto.

“Grazie, invece, a due finanziamenti relativi ad altrettanti bandi previsti nell’ambito del PNRR dalla Città Metropolitana di Napoli realizzeremo un percorso ciclopedonale sulla linea di costa che ci permetterà il collegamento con il porto di Torre del Greco e il lungomare di Portici. Un’altra straordinaria attrattiva per la nostra Ercolano, grazie ad un finanziamento di oltre 5milioni di euro: un’opera bella e sostenibile. Occhio alla sostenibilità anche rispetto all’opera, del valore di circa 700mila euro, che interesserà l’area a verde che insiste alle spalle della Basilica di Pugliano, qui sarà realizzata un’opera di riqualificazione e miglioramento ambientale e allo stesso tempo verrà realizzato un hub dedicato al car e bike sharing, per favorire l’incremento dell’utilizzo di mezzi elettrici in città” – conclude il sindaco di Ercolano.

Per quanto concerne le politiche sociali, al momento, il Comune di Ercolano è beneficiario di un progetto di 212mila euro per tre anni e che sarà finalizzato per il sostegno a famiglie in condizioni di vulnerabilità sociale attraverso la costruzione di un patto con la comunità educante che vede il coinvolgimento di scuole, associazioni territoriali, parrocchie e medici di base.

Buonajuto (Ercolano): “Percorriamo tutti insieme il Miglio della Legalità”

Il 17 marzo in programma la marcia anticamorra: istituzioni, studenti, associazioni e cittadini per dire no alle mafie

La città di Ercolano, in vista della 28esima Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, ha organizzato per venerdì 17 marzo 2023 una “Marcia della Legalità” che vedrà la partecipazione di alunni, genitori, autorità, associazioni, parrocchie e cittadinanza.

“Percorriamo tutti insieme il 17 marzo il Miglio della Legalità. Con questo appuntamento vogliamo, ancora una volta, creare una occasione di confronto e di riflessione sui temi della legalità, della giustizia e dell’ambiente. Sfileremo, con tanti studenti, davanti alle roccaforti, dei tre clan Birra, Papale e Ascione, che insistevano sul territorio di Ercolano e che grazie al coraggio dei cittadini, alle forze dell’ordine e alla magistratura sono stati sconfitti e quei beni confiscati oggi utilizzati dai Carabinieri e da cooperative sociali. Ma non dobbiamo abbassare l’asticella, perché il silenzio aiuta le mafie” – spiega Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano, vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Gridiamo il nostro no alle mafie, da Ercolano facciamo ancora una volta sentire la nostra opposizione ad ogni forma di illegalità. Abbiamo chiesto ai bambini e ragazzi degli istituti scolastici della nostra città di colorare con le loro idee, disegni, striscioni, palloncini tutto il percorso della marcia” – continua il sindaco di Italia Viva.

Il raduno è previsto alle ore 10.00 presso la Villa comunale del Palazzo di Città (Corso Resina n. 39 – Ercolano). Alle ore 10.15 la Marcia partirà attraversando il “Miglio della Legalità” dove insistono tre beni confiscati ad altrettanti clan camorristici. Alle ore 11.00 è previsto l’arrivo presso il Parco del Miglio d’Oro con momento di confronto e riflessione sul tema della Legalità.

Ercolano accoglie gli studenti delle Olimpiadi della Cultura e del Talento

Sabato 11 marzo, circa 800 ragazzi provenienti da tutto il Mezzogiorno si sfideranno al MAV per le semifinali nazionali

Saranno oltre 800 gli studenti, delle scuole medie superiori, provenienti da tutto il Mezzogiorno d’Italia che sabato 11 marzo (a partire dalle ore 9.00) si sfideranno al MAV di Ercolano in occasione delle semifinali nazionali delle Olimpiadi della Cultura e del Talento.

“Un’iniziativa che va in linea con la nostra idea di città. Investire in cultura, turismo e legalità significa anche rendere Ercolano sede di iniziative che coltivano e promuovono il talento dei nostri ragazzi. Sabato sarà sicuramente una giornata di confronto, ma anche di festa: una gara per i ragazzi, ma anche un’occasione per tutti noi. Nel Mezzogiorno, non mi stancherò mai di ripeterlo, abbiamo bisogno di un salto culturale, serve far capire agli studenti, che sono il presente e il futuro della nostra società, che ognuno di noi ha la possibilità di scegliere e che la scuola rappresenta l’unico vero ascensore sociale e che non esiste mai un buon motivo che ci obbliga a sbagliare o a delinquere. I ragazzi che sabato saranno ad Ercolano incarnano proprio questo principio, chi ha affidato allo studio e all’impegno la propria crescita. Sono sicuro che sarà davvero una bellissima giornata” – spiega Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“Sono molto contento di poter organizzare le semifinali a Ercolano, vicina al territorio dove sono cresciuto, e soprattutto di aver incontrato l’entusiasmo di un’amministrazione attenta alla cultura e alla legalità quali pilastri per l’educazione dei giovani. Al giorno d’oggi, nei nostri territori, non è scontato trovare un impegno concreto, da parte delle amministrazioni locali, per i giovani e la cultura, passando per la valorizzazione del territorio, temi sui quali va investito molto per combattere l’emergenza criminalità che è presente e troppo spesso passa in sordina. Spero che il lavoro di Ercolano possa essere una fiaccola di luce che ispiri anche le città vicine. Sono in dovere di congratularmi anche con il MAV, sito che ospiterà l’evento, che diventa sempre di più un’eccellenza dei nostri territori e punto attrattivo per il turismo campano” – spiega Luigi Di Martino, presidente dell’associazione Olimpiadi del Turismo e del Talento.

Il sindaco Ciro Buonajuto, il presidente della Fondazione Cives, Luigi Vicinanza, e il presidente dell’associazione che organizza l’evento, Luigi Di Martino, apriranno la giornata salutando i partecipanti prima dell’avvio delle prove che si svolgeranno all’interno dell’auditorium del MAV – Museo Archeologico Virtuale di Ercolano.

Gli alunni partecipanti, provenienti da 137 istituti scolastici di tutto il sud Italia si sfideranno in sei test a risposta multipla, ognuno composto da sedici quesiti su varie materie quali letteratura italiana ed internazionale, educazione civica, istituzioni e attualità italiana ed internazionale, storia dell’arte, scienze, storia e geografia mondiale ed una prova musicale.

Le Olimpiadi della cultura e del talento nate nel 2009, dall’intuizione di Daniele Ceccarelli; l’associazione ha poi negli anni ottenuto numerosi riconoscimenti fino a ricevere nel 2014 una medaglia di rappresentanza del presidente emerito della Repubblica, onorevole Giorgio Napolitano “a testimonianza del reale apprezzamento della massima carica dello Stato per il concorso”.

Buonajuto (Anci): “La nostra democrazia consente alle donne di provarci e realizzare i propri sogni”

“In Italia i tempi sono maturi, per smontare la retorica alla quale ci siamo abituati l’8 marzo. La nostra democrazia consente alle donne di provarci e realizzare i propri sogni. Io mi auguro che mia figlia abbia come esempio Giorgia Meloni che con la sua determinazione è riuscita a diventare Premier, nonostante io non ne condivida le idee politiche, abbia come esempio Margherita Cassano che è diventato il primo presidente della Corte di Cassazione. Non rassegniamoci ai luoghi comuni a causa dei quali sembra che nulla si possa fare. In questo Paese, se hai competenze e se studi, tutti i sogni possono realizzarsi” – è quanto ha dichiarato Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci, nell’ambito dell’iniziativa “Le Danzatrici di Ercolano” durante la quale è stato presentato il restauro delle statue rinvenute a Villa dei Papiri.

Buonajuto (Anci): “Una rivoluzione culturale per ambiente e abusivismo, altrimenti il Sud rischia la desertificazione”

“Senza una vera rivoluzione culturale e una presa di coscienza seria sui reati ambientali e sull’abusivismo edilizio, l’intero Mezzogiorno d’Italia rischia la desertificazione nel giro di due secoli. Purtroppo, ancora oggi i reati contro l’ambiente e il perpetrarsi di un abuso edilizio sono considerati qualcosa che non fa male a nessuno, ed invece così facendo stiamo facendo male a tutti noi e al nostro futuro. Abbiamo ancora un’asticella troppo alta rispetto a quei reati non direttamente conducibili alla malavita organizzata, come ad esempio un omicidio o lo spaccio di sostanze stupefacenti. Non prendersi cura del creato è un reato gravissimo che potrebbe pregiudicare la nostra stessa esistenza. Lavorare sui territori per la difesa dell’ambiente richiede fatica, spesso pensiamo che solo con una telecamera in più o maggiore personale dedicato alla sorveglianza possa bastare, ed invece non è così, abbiamo bisogno di una rivoluzione culturale che deve partire dalle scuole” – è quanto ha dichiarato Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano, vicepresidente nazionale Anci e portavoce di Italia Viva, intervenendo al convegno “Costruire assieme un futuro sostenibile”, tenutosi al Mav di Ercolano, promosso dal Pianeta Sindacale Carabinieri e che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del magistrato Raffaele Cantone e degli onorevoli Sergio Costa e Gianpiero Zinzi.